Marzo, il Mese dei Big Match

Si continua a lavorare in quel di Durham. Terminate le discutibili restrizioni imposte dall’NCAA al nostro calendario calcistico, possiamo ora allenarci a pieno regime. L’obiettivo è preparare al meglio le due settimane che ci separano dall’inizio delle partite dei mesi di marzo e aprile. Fortunatamente, saranno tutti dei match tosti.

Eh sì, perché una volta tornati dallo spring break (la settimana off-school sfruttata dagli studenti per andare in vacanza o tornare a casa), il nostro calendario si fa interessante. Cinque partite contro cinque fra le squadre più forti del panorama calcistico del college americano. Clemson , Wake Forest, Virginia, Georgetown e ultima ma non ultima UNC, ovvero il derby che, inevitabilmente, si preannuncia caldo.

DLQH0uOW4AE8yJD

La nostra rosa è cambiata molto rispetto alla passata stagione. Non possiamo più contare sui senior, a quest’ora con la laurea in mano e “done” con la loro esperienza al college. Al loro posto, in agosto, subentreranno nuovi freshmen.

A proposito di ex compagni, alcuni di loro saranno a breve impiegati nella massima serie calcistica americana. La MLS, infatti, riprende fra cinque giorni. Non che io sia un fan accanito di questo campionato – in realtà, seguo poco e nulla. Adesso, però, ho una buona ragione: vedere come se la cavano i miei soci, per poi chiamarli a fine partita e, da buon amico, prenderli in giro se fanno male. (Kiddin’)

 

IMG-20180228-WA0001

Per quanto riguarda il semestre scolastico, siamo praticamente giunti a metà strada. I midterm exams sono incominciati e dureranno per le prossime due settimane. Si tratta solitamente di un periodo molto stressante, sia per gli studenti che per gli insegnanti. Solitamente. Al momento, infatti, l’intera comunità di Duke è presa da qualcosa di molto, ma molto più grande di questi “esamini”: il derby di pallacanestro.

Sabato 3/3, nel leggendario Cameron Indoor, Duke e UNC daranno vita ad uno scontro fra titani che vale molto di più di una semplice vittoria sportiva. Ne va dell’orgoglio di 15 mila studenti!

20171110_095437

Quella notte, come ogni anno, la partita sarà l’evento più seguito negli USA.  Da parte nostra c’è l’obbligo di rispondere alla sconfitta di un paio di settimane fa in casa loro. La squadra sembra pronta. La fiducia in Coach K è immensa. Gli studenti, neanche a dirlo, sono ready a cantare e supportare la squadra dagli spalti. Loro, del resto, sono due mesi che caricano questo big match.

Vi metto al corrente di uno dei riti che esistono qua a Duke. In caso di vittoria contro UNC, fra le altre cose cool che si fanno per celebrare la vittoria sul nemico, si bruciano le panchine nel campus. E poi, ovviamente, la festa continua. Migliaia di studenti, me compreso, non vedono l’ora che arrivi sabato…

 

IMG-20180228-WA0002

PS: Vi lascio con una foto sdolcina (che non c’entra niente col resto dell’articolo) di un cucciolo di cane che ho avuto modo di “battezzare” qua a Duke. Io e il mio buon Caesar (“Cesare” era troppo difficile da pronunciare per il padrone) ci incontriamo una volta a settimana. Per fortuna sono esentato da lavori “scomodi”… vi stupireste di cosa può produrre una bestiola così piccola!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...