Tutto Pronto

L’attesa è finita! Dopo più di sei mesi, ci siamo. La stagione sta FINALMENTE ricominciando dopo essere andata in letargo per un periodo di tempo eccessivamente lungo per i miei standard. Sono sopravvissuto, al contrario di ogni aspettativa. Fra poco si ricomincia a fare sul serio e, anche se sarà breve, sarà di un’intensità pazzesca.

 

 

Al momento mi trovo nel campus di Duke. Oltre al programma di allenamento pre-season, sono già impegnato anche dal punto di vista scolastico. Per fortuna mentalmente mi trovo nelle condizioni ideali grazie al periodo trascorso a casuccia. 3 settimane è tutto quello che ho avuto libero per poter tornare in patria. 3 settimane che, però, ho sfruttato nel modo migliore possibile in uno dei posti più belli dello stivale (ovviamente sono di parte): der Gardasee! Senza alcun tipo di pensiero, se non quello di sparare le più grandi cavolate con amici e famiglia, dire che me la sono goduta sarebbe riduttivo. But time flies: giusto il tempo di dare una controllata al ristorante di famiglia, verificare che tutto andasse bene, dare due direttive, e via – già tempo di partire di nuovo.

2017-06-25 21.05.32
view
2017-06-26 14.15.21
view
2017-07-02 12.34.49-2
coi soci

È vero, casa mi manca già. L’irreale umidità della Nord Carolina mi porta spesso ad avere nostalgia dell’Ora e del laghetto. Ci si rivedrà a dicembre però, perché ora è giunto il tempo per me di pensare al business. Le motivazioni vanno sempre in crescendo e, insieme col futbol, stanno per tornare anche tutte quelle emozioni che per troppo tempo sono rimaste a riposo.
I primi di agosto si torna in squadra e alla fine dello stesso mese inizia la maratona di partite stile NBA che porterà, ad inizio novembre, ai prestigiosissimi play-off. La grande importanza è dovuta al fatto che quest’anno si tratta di ACC, la conference calcistica dei college più competitiva e seguita all’interno di tutti gli Stati Uniti, dal momento che raggruppa le squadre più forti e attrezzate in tutta la costa est.

 

Duke campus 3
Duke Chapel

 

Ad inizio mese ho avuto modo di incontrare e stringere la mano ad una vecchia – e scarsa – conoscenza del calcio italiano. Quante volte a San Siro ho cantato il suo nome… e ora me lo sono ritrovato qui, in Nord Carolina. Sandro Nesta e il suo team direttamente da Miami per una partita valida per la seconda divisione americana.

nesta
“Sandro Nesta alééé”

 

Durante la mia permanenza a Duke avrò anche modo di andare a vedere quei tanto rinomati giganti della pallacanestro, nonché prossimi a sbarcare in NBA. Le partite sono sentite così tanto che gli studenti, per assicurarsi i posti, si accampano la sera prima al di fuori della biglietteria – un po’ come al migliore dei concerti di Vasco. Tutto questo per dire che se volete fare due soldi vi procuro un loro autografo da vendere – dato che fra qualche mese saranno già sotto contratto e con un conto in banca bello pesante (vedi: Kyrie Irving, Duke University).

PS: Mi sento in dovere di scrivere una riga per il mio fratello/gemello/half-brother nonché compagno di stanza nel mio freshman year Tim che mi è venuto a trovare in Italien. Buona fortuna per la tua nuova avventura e, anche se non capirai una mazza, ci si rivede fra qualche mese qua a Duke per una rimpatriata da veri europei! (portale due Beck’s per non sbagliarti)

2017-07-02 12.34.50-2
my (enlarged) family and our restaurant
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...